Vita attiva

Benessere attivo fa rima con costanza: i piccoli gesti e le buone abitudini quotidiane concorrono al nostro stato di salute e ci garantiscono energia e vitalità.

Quali sono i gesti quotidiani (anche piccole cose, apparentemente) che garantiscono uno stato di benessere generale? Quali sono le buone abitudini per coltivare ogni giorno la salute?
Vediamone almeno dieci:
Benessere attivo: 10 modi per coltivare ogni giorno la salute Benessere attivo: 10 modi per coltivare ogni giorno la salute

Bere acqua

 

Bere almeno 1.5 – 2  litri di acqua (e non di bibite zuccherate o gassate!) al giorno è fondamentale.

Idratarsi è importante per favorire l’attività di tutto l’organismo e garantire l’eliminazione delle sostanze di rifiuto attraverso urina e sudore.

L’acqua ci aiuta anche a combattere la stitichezza!

 

 

Mangiare frutta, soprattutto al mattino

 

Fra gli alimenti a basso indice glicemico da prediligere ci sono i frutti (mela e arancia in primis) che, consumati al mattino, garantiscono il giusto apporto di fibre e liquidi con un moderato contenuto di zucchero ed elevate proprietà antiossidanti.1

Fermenti lattici

 

Come sottolineato anche nelle linee guida del Ministero della Salute2, i fermenti lattici ci consentono di preservare la nostra flora intestinale.

Assumerli (magari sotto forma di yogurt arricchito di fermenti e vitamine) significa garantirsi un sistema immunitario forte e in grado di fronteggiare gli attacchi di virus o altri batteri e funghi che possono avvantaggiarsi di un sistema difensivo debole.

Al lavoro, alzarsi dalla sedia 10 minuti ogni ora

 

Non costringere il corpo in posizioni innaturali per più di 50 minuti consecutivi.

Alzarsi per riattivare la circolazione e mettere in moto le articolazioni è importante.

Fare meditazione e rilassarsi non appena possibile

 

Lo stress rischia di consumare il nostro corpo.

Attività rilassanti e meditazione ci mettono nella condizione di prenderci cura del nostro corpo portando l’attenzione ad aspetti che vanno al di là del movimento e che ci infondono serenità.

Fare qualche camminata veloce

 

Anche camminare è importante.

Per chi non ama la corsa è sufficiente concedersi una ventina di minuti quotidiani di camminata a passo sostenuto.

Andare a prendere la metro a piedi o allungare un tragitto di poco può già essere un modo per innescare un meccanismo virtuoso.

La scelta delle scarpe non sarà secondaria: le scarpe da ginnastica sono sempre un’ottima scelta.

Respirare con il diaframma

 

Dedicare almeno 20 minuti al giorno alla respirazione diaframmatica è la via per liberarsi dalle tensioni e disintossicarsi.

Respirazione e disintossicazione sono legati: concentriamo la respirazione sul diaframma che, alzandosi e abbassandosi, insieme al movimento della muscolatura di tutto il corpo, pompa la linfa, ossigena l’organismo e garantisce la vitalità cellulare.3

Usare solo indumenti comodi

 

Non costringersi quotidianamente in abiti stretti in vita, pantaloni troppo aderenti, calze succhianti o tacchi vertiginosi dà agio al nostro corpo.

Anche questi particolari possono rappresentare una fonte di stress inutile.

La sera non utilizzare tv e tablet in dosi massicce

 

Se siete tutto il giorno impegnati in attività che stancano la vista e se, come spesso accade, siete sovraesposti a stimoli visivi, utilizzate le ore serali per staccare davvero.

Ore di sonno

 

“Last but not least” dormire aiuta le cellule a rigenerarsi.

La melatonina è una molecola naturale prodotta dalla ghiandola pineale che sembra sia in grado di rallentare l’invecchiamento.

E’ di notte che il corpo, con il sonno, provvede a rinnovare le cellule e a depurarsi.4